The Restoration Will è il titolo della mostra di Mayumi Suzuki che Spazio Labo’ ha deciso di produrre, curare e ospitare nella sua galleria di Strada Maggiore dal 9 marzo al 3 maggio 2018, ma è anche, e soprattutto, il titolo del primo libro della fotografa giapponese, pubblicato a fine 2017 da ceiba editions con il supporto di Photolux Festival e di Grafiche dell’Artiere.

Il lavoro di Mayumi inizia nel 2011, in seguito ad un episodio che ha investito tragicamente la sua vita e quella di moltissimi connazionali: lo tsunami, il più potente mai misurato nel paese, che si è generato in seguito al terremoto avvenuto al largo della costa della regione di Tōhoku, nel Giappone settentrionale, l’11 marzo 2011.

La città natale di Mayumi, Onagawa, risulta distrutta e i suoi genitori sono tra i dispersi. Quando Mayumi giunge sul luogo della tragedia, al posto della casa-studio in cui è cresciuta trova solo macerie. Solo la camera oscura dello studio è ancora in qualche modo fruibile, e camminando tra i resti della stanza Mayumi trova la macchina fotografia del padre, alcuni suoi obiettivi, un suo portfolio e un album di famiglia, il tutto ricoperto da fango, sabbia e acqua marina. Da quel momento, la fotografa decide di iniziare un progetto artistico come tributo alla famiglia, e a tutti gli abitanti della città colpita, per dare un’opportunità ai defunti di parlare un’ultima volta.

Dal 9 marzo, data scelta per ricordare il settimo anniversario dello tsunami, sarà possibile vedere a Spazio Labo’, per la prima volta in Europa e in una mostra di nuova produzione, il prezioso lavoro realizzato a partire da quella decisione.

SCOPRI DI PIÙ
Inaugurazione: venerdì 9 marzo, ore 19.

ORARI APERTURA MOSTRA
Da lunedì a venerdì, 15-19; ingresso libero.

EVENTO SPECIALE

9 marzo, ore 18: visita guidata alla mostra condotta da Mayumi Suzuki. Evento gratuito con prenotazione obbligatoria su EventBrite. Ultimi posti disponibili!
PARTECIPA ALLA VISITA GUIDATA