Giovedì 02 Aprile sarà ospite Paolo Aldi di Rovereto presso la nostra sede: Ore 21:00

Paolo Aldi è fotografo che nel proprio atelier crea fotografie curandone personalmente tutto il percorso artistico e tecnico. Egli rivendica alla fotografia la valenza di mezzo che consente di esprimere la sua interpretazione del mondo, non necessariamente legata ad accadimenti reali ma sicuramente alla sua sensibilità, intuizione ed immaginazione. Pur essendo fotografia una sua opera non sempre riproduce la realtà nella sua apparenza fenomenica, va oltre la visione reale, cerca di penetrare nel profondo dell’essere cercando una visione mentale.

 P. Kinspergher

Biografia

Paolo Aldi nasce a Rovereto il 20 dicembre 1955. Inizia a collaborare come fotografo con il quotidiano regionale “Alto Adige” non appena conseguita la maturità scientifica nel 1974 e nel 1976 apre un proprio studio a Rovereto. Per alcuni anni collabora a diverse esperienze didattiche nel mondo della scuola in cui la fotografia è utilizzata come attività interdisciplinare, con articolare interesse per la fotografia stenopeica e per sette anni ricopre il ruolo di presidente dell’associazione fotografi professionisti trentini. Nei primi anni novanta inizia la riscoperta delle antiche tecniche di stampa fotografica, approfondendo soprattutto la gomma bicromatata e la callitipia e dal 1996 inizia una regolare attività espositiva dei suoi lavori artistici. Avvia inoltre un’attività didattica rivolta soprattutto alle tecniche di camera oscura; insegna in corsi di fotografia per i militari di leva nell’ambito di progetti europei; tiene seminari e workshop presso accademie, istituzioni scolastiche pubbliche e private.  Nel 1999 è uno dei fondatori  della Galleria Museo dell’Arte della Stampa (GAMS) e ne cura il settore fotografico. Per il GAMS nel 2000 cura “Il linguaggio della stampa”, un ciclo di mostre e incontri teorici e didattici dedicati alla riscoperta d’aspetti della stampa fotografica fine art, spunto per una riflessione sulle possibilità offerte al linguaggio fotografico dalla conoscenza e uso di diversi materiali e tecniche. Nel 2001avvia la produzione artigianale di “HAL”: un originale apparecchio a foro stenopeico realizzato in ciliegio. Dal 2004 collabora con la Soprintendenza per i Beni Storico-artistici della Provincia Autonoma di Trento per le mostre “Sapere d’artigiano. Fotografie di vecchi mestieri trentini”- 2006, “Architetture senza architetti”-2007, “Scatti di pietra. Sculture di Andrea Malfatti nella fotografia tra Otto e Novecento” – 2011. Nel 2011 espone al MIA Fair di Milano su invito del comitato scientifico dell’organizzazione.

Principali esposizioni personali

2011  – Italia: Verona, Cantine Bolla, “Paolo Aldi” 2009 – Italia: Nogaredo, Palazzo Candelpergher, Personale 2008 – Italia: Castellanza, Villa Pomini, “Fluttuazioni” 2005 – Italia: Foiano della Chiana, FoianoFotografia VII, “Ritratti in piazza” 2004 – Italia: Villa Lagarina, Palazzo Libera, “Ritratti in piazza” 2001- Belgio: Bruxelles, Atelier ph7, “Fluttuazioni” 2000 – Italia: Palermo, Libreria Dante, “Fluttuazioni” 1999 – Italia: Massa Marittima, Toscana Foto Festival, “Fluttuazioni” – USA: New York, Uma Gallery, West 57th street, “Fluttuazioni” 1997 – Italia: Palermo, Galleria fotografica Lewis Hine

Principali attività culturali ed esposizioni collettive

2011- Italia: Milano, MIA Fair 2011 – Francia: Strasburgo, Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, “A 150 anni dall’Unità d’Italia il messaggio di Pace di Maria Dolens” 2009 – Belgio: Marcinelle, Le Bois du Cazier, “La Campana si racconta” – Italia: Firenze, Archivio Contemporaneo Stampa d’Arte Fotografica, “Senza Lenti” 2007 – Italia: Venezia, Spazio espositivo de “La Gondola”, “Contemporary pinhole Photography” 2006 – Svizzera: Basilea, Offene Kirche Elisabethen, “La Campana si racconta” 2003 – Italia: Savignano sul Rubicone, Palazzo Vendemini. “Lo sguardo stenopeico” 2002 — USA: Winston-Salem (NC), Dimension 2002, Annual National Juried Art Exibition – Italia: Siena, Santa Maria della Scala. Mostra Internazionale “Senza obiettivo” – Italia: Trento, Palazzo Geremia. “Arte & Design dell’Artigianato Trentino” 2001- Spagna: Barcellona, Zero Art Galery, “War” 1999 – Italia: Reggio Emilia, Arte Europa 2000 1998 – Germania: Colonia, Photokina, stand Bergger – Italia: Massa Marittima, 1° premio al Toscana Fotofestival 1997 – Belgio: Bruxelles, Accademie des beaux arts de Tamines 1996 – Italia: Gubbio, Associazione Italiana Fotografia Infrarosso

Libri e cataloghi

– La Campana si racconta. Fondazione Opera Campana dei Caduti, 2005 – Albero Atomico. Nicolodi Editore, 2005 – Ritratti in piazza. Nicolodi Editore, 2004 – 25 ricette. Nicolodi Editore, 2004 – Tra un tempo che si sfalda e uno che nasce. Edizioni Stella, 2003 – Senza obiettivo. Protagon Editori Toscani, 2002 – Fragliotte vele. Edizioni Osiride 2001 – Fluttuazioni. Edizioni Stella, 1999 – Impressioni. Edizioni Stella, 1998 – Fluttuazioni. Edizioni Stella, 1998